common:navbar-cta
Scarica l'appBlogCaratteristichePrezziSupportoAccedi
EnglishEspañolعربىFrançaisPortuguêsItalianoहिन्दीKiswahili中文русский

Aquaponics è stato utilizzato con successo in una vasta gamma di luoghi. Inoltre, le tecniche acquaponiche sono state rivedute per soddisfare esigenze e obiettivi diversi degli agricoltori al di là dei comuni metodi IBC o barili (descritti in questa pubblicazione). Ci sono molti esempi, ma questi sono stati scelti per evidenziare l'adattabilità e la diversità della disciplina acquaponica.

Acquaponica per sostentamento in Myanmar

In Myanmar è stato realizzato un sistema acquaponico su scala pilota per promuovere l'agricoltura su piccola scala durante l'attuazione di un progetto E-Women finanziato dalla Cooperazione Italiana allo Sviluppo. L'obiettivo era quello di creare un'unità produttiva in base a criteri low-tech e low cost utilizzando materiali disponibili localmente e energia solare autonoma. Il sistema ha ospitato tilapia e una vasta gamma di verdure (Figura 9.17). Il sistema è stato utilizzato per lo sviluppo di un'analisi costi-benefici, compresa l'ammortamento, per sistemi su scala familiare con l'obiettivo di raggiungere l'obiettivo di reddito giornaliero di 1,25 USD fissato dall'Obiettivo di Sviluppo del Millennio.

Utilizzando i prezzi locali, un sistema acquaponico di 27 m2 collocato all'interno di una casa di rete di bambù e alimentato da pannelli solari costa 25 USD. Questo sistema fornisce un utile netto di USD1.6- 2.2/giorno dalle verdure, e una razione giornaliera di 400 g di tilapia per il consumo domestico. Il periodo di ammortamento è di 8,5-12 mesi a seconda delle colture. La rete evita qualsiasi necessità di controllo dei parassiti ed evita la stagionalità assicurando reddito contro condizioni climatiche avverse (pioggia). L'allattamento alla frittura, molto comune tra gli agricoltori del sud-est asiatico, potrebbe essere un'altra opzione interessante in acquaponica per aumentare ulteriormente i redditi nelle famiglie povere o senza terra.

Questo progetto pilota ha dimostrato che l'acquaponica potrebbe svolgere un ruolo importante nel garantire cibo e sostentamento in molte aree del mondo. La produzione di pesci e piante con piccoli appezzamenti consente alle persone vulnerabili di produrre reddito, aggiunge valore al lavoro domestico e dà potere alle donne a livello comunitario.

!

Acquaponica salina

L'integrazione dell'acquacoltura marina o salmastra con l'agricoltura offre nuovi modi per produrre alimenti nelle zone costiere o saline in cui non è possibile sviluppare l'agricoltura tradizionale. La coltura interna degli animali acquatici, al di là dei benefici ambientali derivanti dall'inquinamento o dal ripristino del paesaggio, è vantaggiosa per un maggiore controllo dei fattori di produzione e per la riduzione dei rischi connessi a contaminanti o patogeni. Anche se l'acqua salata non è ideale per le piante, in quanto crea shock osmotici, limita la crescita e procura tossicità del sodio, è ancora possibile coltivare alcune piante utili a bassa salinità.

!

Un'ampia gamma di piante può beneficiare dell'acqua ricca di nutrienti ottenibile dall'acquaponica o dai sistemi a ricircolo chiuso. Gli alofiti (specie tolleranti al sale) possono aumentare la produzione di cibo nelle aree aride e saline e aumentare la produttività dell'azienda. Alcune specie sono colture di specialità molto apprezzate, come Salsola spp. (Figura 9.18), finocchio di mare, Atriplex spp. o Salicornia spp., mentre altri sono raccolti per cereali, come miglio perlato, quinoa e anguilla, e altri ancora possono essere coltivati per biodiesel. Le condizioni saline ideali per gli alofiti sono nell'intervallo di salinità da un terzo a metà della forza del mare, ma alcune piante sono tolleranti alle condizioni di ipersalina.

Adattare le piante orticole all'acqua salina è una delle maggiori sfide dell'agricoltura moderna. Tuttavia, è possibile coltivare alcune specie orticole direttamente con acqua salmastra. La maggior parte delle piante appartenenti alla famiglia delle Chenopodiaceae (barbabietole, bietole) può facilmente crescere in una salinità di un sesto o un terzo della forza del mare a causa della loro maggiore resistenza al sale (Figura 9.19). Altre specie comuni come il pomodoro e il basilico possono ottenere una produzione sostanziale fino a un decimo di forza del mare (Figura 9.20), a condizione che vengano adottate strategie agronomiche personalizzate: aumento delle concentrazioni di sostanze nutritive, biocondizionamento delle piante, innesto con portainnesti tolleranti al sale, miglioramento del controllo climatico e densità di impianto più elevate. Tuttavia, i tratti qualitativi delle colture saline sono superiori all'acqua dolce, sia per le loro caratteristiche organolettiche, il gusto e la durata di conservazione.

! image-20200905220231237

Bumina e Yumina

C'è una tecnica acquaponica proveniente dall'Indonesia che merita particolare attenzione. In Bahasa Indonesia, questa tecnica è chiamata bumina e yumina, tradotta letteralmente come «frutta-pesce» e «pesce vegetale». Questo nome dimostra quanto strettamente legati le piante e i pesci siano all'interno di un sistema acquaponico. Bumina e yumina sono essenzialmente una versione della tecnica del letto multimediale.

I pesci sono ospitati all'interno di un laghetto scavato nella terra e rivestito con sacchi di sabbia o mattoni a forma cava. Questo stagno è rivestito con un telone, o meglio, un rivestimento in polietilene. Il rivestimento è necessario per prevenire reazioni biologiche e chimiche indesiderate all'interno dei sedimenti sul fondo e aiuta a mantenere pulito il sistema. In alternativa, i pesci sono ospitati all'interno di una cisterna di cemento rialzata. L'acqua viene pompata fuori da questo stagno in un serbatoio di testata, di solito costruito da un grande barile di plastica. Questo barile può contenere materiale filtrante meccanico e biologico se la densità di stoccaggio è abbastanza alta da richiederlo. Da questo barile di intestazione, l'acqua viene alimentata, per gravità, attraverso un tubo di distribuzione. L'intero stagno è rivestito con vasi satellitari, semplici vasi da fiori o altri piccoli contenitori che sono pieni di mezzi di coltivazione biologici. Il tubo di distribuzione si trova in cima a questi vasi satellitari e l'acqua viene erogata attraverso piccoli fori. L'acqua irriga e fertilizza le piante in questi vasi, quindi esce dal fondo dei vasi nel laghetto dei pesci (Figura 9.21). L'effetto acqua a cascata aiuta anche ad aerare il laghetto dei pesci.

Bumina e yumina sono utilizzati come componente importante delle iniziative di sicurezza alimentare in tutta l'Indonesia volte ad aumentare la produzione di proteine domestiche. L'investimento iniziale di questi sistemi è inferiore a quello dei sistemi IBC delineati in questa pubblicazione, ma richiedono uno stagno in terra, quindi sono inapplicabili per alcune applicazioni urbane, interne o tettoie.

!

*Fonte: Organizzazione delle Nazioni Unite per l'alimentazione e l'agricoltura, 2014, Christopher Somerville, Moti Cohen, Edoardo Pantanella, Austin Stankus e Alessandro Lovatelli, piccola produzione alimentare acquaponica, http://www.fao.org/3/a-i4021e.pdf. Riprodotto con permesso. *


Food and Agriculture Organization of the United Nations

http://www.fao.org/
Loading...

Rimani aggiornato sulle ultime tecnologie Aquaponic

Azienda

  • Il nostro team
  • Comunità
  • Stampa
  • Blog
  • Programma referral
  • Informativa sulla privacy
  • Termini di servizio

Copyright © 2019 Aquaponics AI. Tutti i diritti riservati.