common:navbar-cta
Scarica l'appBlogCaratteristichePrezziSupportoAccedi
EnglishEspañolعربىFrançaisPortuguêsItalianoहिन्दीKiswahili中文русский

Le piantine possono essere piantate nel sistema non appena vengono rilevati nitrati. Aspettatevi che queste prime piante crescano lentamente e presentino alcune carenze temporanee perché l'apporto di nutrienti nell'acqua è temporaneamente piccolo. Si consiglia di attendere 3-4 settimane per consentire ai nutrienti di accumulare. In generale, i sistemi acquaponici mostrano un tasso di crescita leggermente inferiore rispetto alla produzione di suolo o idroponica nelle prime sei settimane. Tuttavia, una volta costruita una base nutritiva sufficiente all'interno dell'unità (1-3 mesi), i tassi di crescita delle piante diventano 2-3 volte più veloci rispetto al suolo.

Revisione delle linee guida per l'impianto

Selezione delle piante

È meglio iniziare un nuovo sistema acquaponico con piante robuste a crescita rapida con un basso fabbisogno di nutrienti. Alcuni esempi sono le verdure a foglia verde, come le insalate, o le piante che fissano l'azoto, come fagioli o piselli. Dopo 2-3 mesi, il sistema è pronto per verdure fruttificate più grandi che richiedono una maggiore quantità di sostanze nutritive.

Spaziatura delle piante

Le piantine possono essere piantate utilizzando una spaziatura leggermente più densa rispetto alla maggior parte delle verdure nel terreno perché in acquaponica le piante non competono per acqua e sostanze nutritive. Tuttavia, le piante hanno ancora bisogno di spazio sufficiente per raggiungere la loro dimensione matura ed evitare la concorrenza reciproca per la luce, che ne deprimerebbe la qualità commercializzabile o favorirebbe la crescita vegetativa anziché la frutta. Inoltre, prendere in considerazione gli effetti di ombreggiatura delle piante adulte, che consente la coltura contemporanea di specie tolleranti all'ombra accanto a piante più alte.

Integrazione di ferro

Alcune nuove unità acquaponiche sperimentano carenze di ferro nei primi 2-3 mesi di crescita, poiché il ferro è importante nelle prime fasi della crescita delle piante e non è abbondante nei mangimi per pesci. Pertanto, può essere necessario aggiungere inizialmente ferro chelato (ferro solubile in polvere) all'unità per soddisfare i requisiti per le piante. La raccomandazione è di aggiungere 1-2 mg/l per i primi 3 mesi di avvio di un'unità, e di nuovo quando sono presenti carenze di ferro. Il ferro chelato può essere acquistato da fornitori agricoli in polvere. Il ferro può anche essere integrato utilizzando fertilizzanti organici sicuri per l'acquaponica come il compost o il tè alle alghe, poiché il ferro è abbondante in entrambi. La sezione 9.1.1 discute i fertilizzanti organici sicuri per l'acquaponica.

Stabilire un vivaio

Le verdure sono la produzione più importante per la produzione acquaponica su piccola scala. È essenziale che vengano piantate solo piantine sane forti. Inoltre, i metodi di semina applicati devono evitare il più possibile lo shock del trapianto. Pertanto, la raccomandazione è di istituire un semplice vivaio di piante per garantire un adeguato apporto di piantine sane pronte per essere piantate nelle unità acquaponiche. È sempre meglio avere un eccesso di piante pronte per entrare nel sistema, e spesso aspettare piantine è una fonte di ritardo nella produzione.

Un semplice lettino per bambini può essere costruito utilizzando lunghezze orizzontali di legno rivestite con rivestimento in polietilene, come mostrato nella Figura 8.2. L'acqua viene pompata nel letto per circa mezz'ora al giorno (controllata da un semplice timer elettrico), consentendo all'acqua e all'umidità di immergersi nel terreno di coltivazione. L'acqua viene poi lentamente drenata in un serbatoio sottostante. Questo ciclo viene ripetuto quotidianamente al fine di evitare il deflusso d'acqua delle piantine. Troppa umidità aumenta la minaccia di infezioni fungine.

I vassoi di propagazione in polistirolo sono collocati nel letto materno e sono riempiti con terreno, terreno inerte come lana di roccia, torba, fibra di cocco, vermiculite, perlite o una miscela di vasi con una combinazione dei vari tipi di terreno di coltivazione. Sono inoltre possibili alternative più semplici per i vassoi di propagazione utilizzando materiali riciclabili come scatole vuote per uova (Figura 8.3). Scegliere vassoi di propagazione che permettono una distanza adeguata tra le piantine per favorire una buona crescita senza concorrenza per la luce. La casella 4 elenca sette passaggi per la semina dei semi.

!

Semina diretta nei letti multimediali

È possibile seminare i semi direttamente nel letto multimediale (Figura 8.4). Se si utilizza un meccanismo di allagamento e scarico (ad esempio sifone a campana), i semi possono essere lavati intorno. Pertanto, il sifone deve essere rimosso durante la semina dei semi nel letto e quindi sostituito quando iniziano ad apparire le prime foglie.

!

Trapianto piantine

!

Il trapianto di piantine ottenute da aiuole non è raccomandato; dovrebbe essere fatto solo se strettamente necessario. In questo caso, tutto il terreno deve essere lavato via dal sistema radicale molto delicatamente (Figura 8.5) perché può trasportare patogeni vegetali. Questo processo di lavaggio è molto stressante per le piantine ed è possibile perdere 4-5 giorni di crescita poiché la pianta si adatta alle nuove condizioni. Pertanto, è preferibile iniziare i semi utilizzando mezzi inerti (lana di roccia, vermiculite o fibra di cocco) nei vassoi di propagazione come spiegato sopra. In questo modo, le piantine possono essere trapiantate con uno shock minimo. Possono anche essere piantate piante più grandi da vasi, anche se ancora una volta il terreno deve essere rimosso. Evitare il trapianto a metà giornata perché le radici delle piante sono estremamente sensibili alla luce diretta del sole e le foglie possono affrontare lo stress dell'acqua a causa delle nuove condizioni di crescita. Si consiglia di piantare al crepuscolo in modo che le giovani piantine abbiano una notte per acclimatarsi al loro nuovo ambiente prima del sole del mattino.

BOX 4Sette fasi per seminare i semi utilizzando vassoi di propagazione fatti in casaRiempire un vassoio vuoto per uova o un altro vassoio per piantine con mezzi di coltivazione come compost o fibra di cocco. Seminare i semi in buchi di circa 0,5 cm di profondità; coprire i fori con il materiale rimanente senza compattarlo. Posizionare il vassoio in una zona ombreggiata e irrigare. I sistemi di irrigazione automatici riducono la manodopera. Dopo la germinazione e la germinazione e una volta che compaiono le prime foglie, iniziano a indurire le piantine mettendole in luce sempre più intensa per alcune ore al giorno. Fertilizzare le piantine una volta alla settimana con un delicato fertilizzante organico ad alto contenuto di fosforo al fine di rafforzare le loro radici (opzionale). Continuare a coltivare le piantine per almeno due settimane dopo la prima apparizione delle foglie per garantire un'adeguata crescita delle radici. Trapiantare le piantine nel sistema quando si ottiene una crescita adeguata e le piante sono sufficientemente forti. Rilasciare le piantine e i loro tappi di terreno utilizzando un piccolo strumento smussato.

Piantare letto Media

! image-20200905175718251

Quando si piantano in ghiaia vulcanica o in qualsiasi altro mezzo di coltivazione raccomandato nel capitolo 6, è sufficiente spingere da parte la ghiaia e scavare un foro abbastanza grande da contenere la pianta (Figura 8.6). Piantare nel punto più alto di allagamento nel letto multimediale (circa 5-7 cm sotto la superficie della ghiaia) in modo che le radici siano parzialmente sommerse in acqua. Non piantare troppo profondamente, che consentirebbe all'acqua di entrare in contatto con lo stelo o le foglie e potrebbe portare a malattie (colletto marciume).

impianto NFT

Per piantare nei tubi di coltivazione, la piantina deve essere supportata con un tubo corto o una tazza netta contenente 3-4 cm di ghiaia o altri mezzi di coltivazione (Figura 8.7). Il resto della tazza deve essere riempito con una miscela di ghiaia e un mezzo di ritenzione dell'umidità come compost o fibra di cocco. Il mezzo aiuta a trattenere l'umidità perché le giovani radici della pianta toccano appena il flusso d'acqua all'interno del tubo di coltivazione. Se la fibra di cocco o il compost non sono disponibili, allora qualsiasi mezzo standard sarà sufficiente. Dopo una settimana, le radici dovrebbero essersi estese attraverso la rete verso l'alto e nel tubo di coltivazione con pieno accesso all'acqua che scorre lungo il fondo del tubo. Inoltre, gli stoppini possono essere estesi dal fondo della tazza di rete nel flusso d'acqua, se necessario.

!

Piantare DWC

Analogamente alla piantagione nei sistemi NFT, i sistemi DWC richiedono che l'impianto sia supportato utilizzando una piccola tazza di rete riempita con 3-4 cm di mezzo inerte (Figura 8.8). Quando la piantina è adeguatamente sostenuta, posizionarla in uno dei fori praticati nei fogli di polistirolo per galleggiare sopra l'acqua. Il fondo della tazza netta dovrebbe solo toccare il livello dell'acqua.

! image-20200905175738233

Piante di raccolta

In 1-2 mesi, le verdure verdi a foglia dovrebbero essere pronte per la raccolta. Dopo tre mesi, l'unità dovrebbe anche avere abbastanza di una base di nutrienti per iniziare a piantare verdure fruttificate più grandi. I seguenti punti illustrano le linee guida finali per la coltivazione delle piante dopo il periodo iniziale di tre mesi.

Piantagione e raccolta sfalsata

Come discusso nel capitolo 6, vale la pena sfalsare la semina nel tempo al fine di evitare la raccolta dell'intero raccolto tutto in una volta. Se ciò dovesse accadere, i livelli di nutrienti diminuirebbero poco prima del raccolto, il che potrebbe creare problemi nutrizionali per le piante, e il picco dopo il raccolto, il che metterebbe in risalto il pesce. Inoltre, la semina sfalsata consente la raccolta continua e il trapianto di verdure e garantisce un assorbimento costante dei nutrienti e la filtrazione dell'acqua.

Approcci di raccolta

!

Quando si raccolgono piante complete da letti multimediali (cioè lattuga), assicurarsi che l'intero apparato radicale venga rimosso. Inoltre, agitare la ghiaia bloccata tra le radici e riposizionare la ghiaia nel letto multimediale. Nei tubi/canali NFT e DWC assicurarsi anche che l'intero sistema radice sia rimosso (Figura 8.9). Posizionare le radici delle piante scartate in un cestino per il compost per riciclare i rifiuti vegetali. Lasciare radici e foglie nel sistema può incoraggiare la malattia. Quando si raccolgono le verdure utilizzare un coltello affilato e pulito. Per evitare qualsiasi contaminazione batterica, assicurarsi che l'acqua acquaponica non bagni le foglie. Mettere le piante raccolte in un sacchetto pulito e lavare e raffreddare le colture il prima possibile per mantenere la freschezza.

Gestione degli impianti in sistemi maturi

Stabilizzazione del pH

Per una buona crescita delle piante è fondamentale mantenere il pH tra 6 e 7, quindi le piante hanno accesso a tutti i nutrienti disponibili nell'acqua. Aggiungere piccole quantità di base o tampone ogni volta che il pH si avvicina a 6.0 per mantenere livelli di pH ottimali come descritto al punto 3.6. Aggiungere acqua piovana o correggere con acido qualsiasi acqua ricca di alcalinità solo se il livello di durezza nel sistema aquaponico è troppo alto per evitare che i batteri nitrificanti abbassino naturalmente il pH a livelli ottimali. Trattare l'acqua con acido al di fuori del sistema aquaponico e versare l'acqua nel sistema dopo aver controllato il pH.

Concimi organici

Se si verificano carenze, è necessario aggiungere sostanze nutritive esterne. Il fertilizzante liquido organico può essere utilizzato sia come mangime fogliare diluito per foglie di piante o versato direttamente nella zona della radice. Il capitolo 9 discute i metodi per produrre semplici fertilizzanti fatti in casa che siano sicuri per l'acquaponia. Si consiglia il tè al compost e il tè alle alghe. Le carenze sono discusse nella sezione 6.2.3. Le carenze si verificano spesso quando ci sono troppe piante per il numero di pesci, o quando l'alimentazione è ridotta durante i mesi invernali. Prima di aggiungere fertilizzanti, assicurarsi di controllare il pH per assicurarsi che non vi sia alcun blocco dei nutrienti.

Parassiti e malattie

Assicurarsi di cercare di prevenire i parassiti utilizzando le tecniche IPPM discusse nella sezione 6.5. Se i parassiti rimangono un problema, iniziare utilizzando le tecniche di rimozione meccanica prima di prendere in considerazione gli spray. Utilizzare solo rimedi sicuri per l'acquaponia, quali: estratti vegetali o repellenti, insetticidi biologici (Bacillus thuringiensis e Beauveria bassiana), saponi morbidi, ceneri, oli vegetali o estratti di oli essenziali, trappole cromatiche/attrattive e piante esterne trattate con insetticidi. Indipendentemente, evitare di lasciare che lo spray entri nell'acqua.

Segui i consigli di piantagione stagionale

In una certa misura, i metodi di produzione alimentare acquaponica forniscono un mezzo per prolungare le stagioni di semina, in particolare se l'unità è ospitata all'interno di una serra. Tuttavia, si consiglia vivamente di seguire i consigli locali di piantagione stagionale. Le piante crescono meglio nella stagione e nelle condizioni ambientali a cui sono adattate.

Piante - riassunto

  • Utilizzare piante con basso fabbisogno di nutrienti per i primi mesi, cioè lattuga e fagioli/piselli.

  • Le piante con elevato fabbisogno di nutrienti possono essere piantate dopo i primi 3-6 mesi.

  • Utilizzare le piante consigliate per l'acquaponica e seguire le guide stagionali per la posizione.

  • Stabilire un vivaio di piante per garantire un numero adeguato di piantine sane.

  • Trapiantare piantine adeguatamente coltivate e forti che hanno un apparato radicale ben sviluppato.

  • Rimuovere delicatamente il substrato in eccesso dalle radici prima di piantare nel sistema.

  • Lasciare spazio sufficiente tra le piante in base alle loro dimensioni quando mature.

  • Pianificare un sistema di raccolta sfalsata.

  • I fertilizzanti organici possono essere necessari in caso di carenze.

  • Mantenere un'adeguata qualità dell'acqua, in particolare un pH di 6-7.

*Fonte: Organizzazione delle Nazioni Unite per l'alimentazione e l'agricoltura, 2014, Christopher Somerville, Moti Cohen, Edoardo Pantanella, Austin Stankus e Alessandro Lovatelli, piccola produzione alimentare acquaponica, http://www.fao.org/3/a-i4021e.pdf. Riprodotto con permesso. *


Food and Agriculture Organization of the United Nations

http://www.fao.org/
Loading...

Rimani aggiornato sulle ultime tecnologie Aquaponic

Azienda

  • Il nostro team
  • Comunità
  • Stampa
  • Blog
  • Programma referral
  • Informativa sulla privacy
  • Termini di servizio

Copyright © 2019 Aquaponics AI. Tutti i diritti riservati.