Aquaponics System Designer è appena stato rilasciato! Inizia subito a progettare.
Scarica l'appBlogCaratteristichePrezziSupportoAccedi
EnglishEspañolعربىFrançaisPortuguêsItalianoहिन्दीKiswahili中文русский

I casi di studio presentati in questo documento sono stati selezionati dalla task force della FAO per la pesca su piccola scala attraverso un processo di selezione competitivo. Sono stati selezionati casi di studio sulla base della replicabilità percepita delle iniziative da parte dei soggetti interessati, tra cui amministrazioni nazionali, ONG, OSC, imprese private, agenzie di sviluppo, organismi intergovernativi e altri. Per facilitare questa applicabilità universale, era importante garantire la diversità geografica e un'ampia copertura delle raccomandazioni di cui al capitolo 7 degli orientamenti sull'FSE.

Il lavoro qui presentato si concentra sulle attività in corso e recentemente concluse da vari attori, tra cui FAO, ONG, OSC, università e organizzazioni regionali. I casi di studio offrono l'opportunità di esaminare e analizzare più dettagliatamente questioni specifiche al fine di creare nuove conoscenze e informare nuove attività in futuro.

Matrice di sintesi: Documento tecnico della FAO n. 652

Documento tecnico FAO per la pesca e l'acquacoltura n. 652 casi di studi sui paragrafi Linee guida dell'SSF sulle catene del valore, post-raccolta e commercio 7.1... assicurano che gli attori post-raccolta facciano parte dei processi decisionali pertinenti (a), riconoscendo che a volte esistono rapporti di potere disuguali tra gli attori della catena del valore... e i gruppi emarginati possono richiedere un sostegno speciale (b) 7.2... facilitare la partecipazione delle donne (c)... garantire che i servizi e i servizi appropriati per le donne siano disponibili come richiesto (d)... consentire alle donne di mantenere e migliorare i loro mezzi di sussistenza nel sottosettore postarvest (e) 7.3... fornire e consentire investimenti in infrastrutture adeguate (f), strutture organizzative (g) e sviluppo di capacità (h) per sostenere il sottosettore della pesca su piccola scala post-raccolta 7.4... riconoscere... associazioni di pescatori e lavoratori del pesce (i) e promuovere il loro adeguato sviluppo organizzativo e di capacità (j) in tutte le fasi della catena del valore... e sostenere meccanismi di commercializzazione (k) 7.5... evitare perdite post-raccolta e rifiuti (l) e cercare modi per creare un valore aggiunto (m), basandosi anche su tecnologie tradizionali e locali efficienti sotto il profilo dei costi, innovazioni locali e trasferimenti tecnologici culturalmente adeguati 7.6... facilitare l'accesso ai mercati locali, nazionali, regionali e internazionali (n) e promuovere scambi equi e non discriminatori (o) per la pesca su piccola scala prodotti... sostenere il commercio regionale (p) di prodotti della piccola pesca 7.7... garantire che la promozione del commercio internazionale del pesce e la produzione di esportazione non influiscano negativamente sulle esigenze nutrizionali delle persone (q) 7.8... riconoscere che i benefici del commercio internazionale dovrebbero essere equi distribuito (r)... garantire l'esistenza di sistemi efficaci di gestione della pesca per prevenire lo sfruttamento eccessivo causato dalla domanda (e) del mercato 7.9... garantire che gli impatti negativi del commercio internazionale sull'ambiente, la cultura della pesca su piccola scala, i mezzi di sussistenza e le esigenze speciali connesse alla sicurezza alimentare sono affrontati equamente (t) 7.10... consentire l'accesso a tutte le informazioni rilevanti sul mercato e sul commercio per le parti interessate nella catena del valore della pesca su piccola scala (u)... È necessario anche lo sviluppo di capacità in modo che tutte le parti interessate della pesca su piccola scala... possano... beneficiare equamente delle opportunità (v) 1. Associazione dei trasformatori di pesce centrale: azione collettiva delle donne nella pesca del pesce mosca delle Barbados a, b c, d, e g, h I, j 2. L'iniziativa Kodiak Jig: Garantire la vitalità della flotta di barche di piccole dimensioni attraverso soluzioni di mercato e politiche a, b f, g j, k 3. La tecnica di elaborazione FAO-Thiaroye: Facilitare l'organizzazione sociale, responsabilizzare le donne e creare opportunità di accesso al mercato in Africa occidentale d, ei, j l, m n4. Rete di commercianti e trasformatori di pesce: miglioramento degli scambi e dell'accesso al mercato per la piccola pesca nel Golfo centro-occidentale della Guinea g, hn, o, pu, v 5. Marketing diretto dei frutti di mare: Sostenere il processo decisionale critico in Alaska e California f, g, h j, kn, ou, v 6. Commercio equo e solidale: Certificazione di una pesca con lenza di tonno albacora in Indonesia i, j, kr, s t7. Pesca del granchio di fango del Madagascar: come i pescatori possono guadagnare di più mentre cattura meno l, m n, o q8. Sviluppo della pesca guidata dallo Stato: consentire l'accesso alle risorse e ai mercati nella pesca del tonno con lenze a canna e lenze delle Maldive n, o q r, s t9. Progetti di miglioramento della pesca: nel contesto delle catene di valore della pesca su piccola scala, delle operazioni post-raccolta e degli scambi commerciali

Caso di studio 1: Pena et al. racconta la storia dell'associazione centrale dei trasformatori di pesce: azione collettiva da parte delle donne nella pesca del pesce mosca delle Barbados. L'azione collettiva consiste principalmente nel rafforzare la coesione e la cooperazione su questioni importanti, costruire o ripristinare un senso di rilevanza o significato tra i gruppi emarginati, ottenere «un posto al tavolo» per sviluppare soluzioni pragmatiche, ricercare una maggiore responsabilità e trasparenza e gestire i conflitti . Questo metodo è fondamentale per le organizzazioni che cercano di apportare un cambiamento positivo. Considerato il ruolo di primo piano delle donne nel segmento post-raccolto della catena del valore del pesce mosca nelle Barbados, l'azione collettiva della Central Fish Processors Association (CFPA), guidata dalle donne, è particolarmente degna di considerazione. Il caso studio analizza la formazione e lo sviluppo della CFPA e i benefici che essa ha fornito ai suoi membri in termini di mezzi di sussistenza e di vita domestica, nonché più in generale per la pesca del pesce mosca. Esso mette poi in evidenza preziosi insegnamenti per informare gli altri nelle organizzazioni di pesca post-raccolta.

Caso di studio 2: Peterson et al. presenta***The Kodiak Jig Initiative: Garantire la vitalità della flotta di barche di piccole dimensioni attraverso soluzioni di mercato e politiche. Questo caso di studio illustra in che modo i pescatori e i partner hanno ottenuto con successo l'assetto delle quote come mezzo per offrire opportunità entry-level accessibili ai pescatori nuovi e giovani, nonché a coloro che cercano un accesso più diversificato. Lo studio approfondisce ulteriormente gli sforzi per istituire mercati di nicchia per le quote assi-asides, che hanno portato ad aumenti significativi del valore sul porto del merluzzo e del pesce roccioso del Pacifico per la flotta di piccole imbarcazioni e, infine, alla creazione del marchio Kodiak Jig Seafoods. Combinati, questi sforzi politici e di mercato hanno contribuito a garantire opportunità di accesso e di sostentamento per la flotta di jig Kodiak. Le sfide e le soluzioni presentate possono informare lo sviluppo di approcci per garantire la sostenibilità sociale, culturale ed economica delle comunità di pescatori, e fornire un esempio da manuale di SDG Target 14.b — «Fornire accesso ai piccoli pescatori artigianali alle risorse e ai mercati marini» — in azione presso il livello locale.

Caso di studio 3: Ford et al. fornisce una panoramica della tecnica di elaborazione FAO-Thiaroye: Facilitare l'organizzazione sociale, responsabilizzare le donne e creare opportunità di accesso al mercato in Africa Occidentale***. La tecnica di lavorazione FAO-Thiaroye (FTT) è più sana ed efficiente rispetto ad altri metodi tradizionali di affumicatura del pesce. Produce prodotti con una durata prolungata che soddisfano gli standard internazionali di sicurezza alimentare e aiuta a ridurre le perdite post-raccolta durante i raccolti paraurti. Questo caso di studio discute le sfide e le opportunità legate all'implementazione dell'FTT per migliorare le catene del valore del pesce affumicato nell'Africa occidentale. Inoltre, esplora il ruolo importante e necessario dell'ITF nel facilitare l'organizzazione sociale dei trasformatori del pesce e nel migliorare la parità di genere e nel conferire potere alle donne. Lo studio sottolinea la necessità di sostenere l'organizzazione sociale e di fornire formazione allo sviluppo delle capacità al fine di realizzare i vantaggi di una migliore infrastruttura e superare gli ostacoli al raggiungimento di nuovi mercati.

Caso di studio 4: Ayilu et al. presenta la rete di commercianti e trasformatori di pesce: Migliorare il commercio e l'accesso al mercato per la pesca su piccola scala nel Golfo centro-occidentale della Guinea. Dal 2014 al 2018, il Fish Trade Project ha sostenuto iniziative commerciali e di mercato per la pesca su piccola scala nell'ambito del Comitato per la pesca per il Golfo centro-occidentale della Guinea (FCWC). Un'iniziativa chiave di questo progetto è stata la creazione della FCWC Fish Traders and Processors Network (FCWC FishNet), una piattaforma composta da piccoli trader e trasformatori, con l'obiettivo di informare le lacune politiche e di progettare incentivi basati sul mercato per sfruttare il potere collettivo dei suoi membri per facilitare gli scambi regionali. Questo caso di studio esamina le attività di FCWC FishNet e riflette sul ruolo socioeconomico svolto dalle reti commerciali nella pesca su piccola scala. Esso fornisce anche un esempio di come le reti possono promuovere la condivisione delle conoscenze, la cooperazione e la fiducia tra i membri a sostegno del miglioramento delle catene del valore, delle operazioni post-raccolta e del commercio.

Caso di studio 5: Pomeroy et al. esamina il marketing diretto dei frutti di mare: sostenere il processo decisionale critico in Alaska e California***. Gli accordi di commercializzazione diretta dei frutti di mare coinvolgono i pescatori che vendono le loro catture direttamente ai consumatori o al di fuori del primo destinatario delle catture. Gli autori considerano una varietà di accordi SDM in termini di competenze aziendali, tempo e risorse richieste, nonché tipi di prodotti che possono essere facilmente venduti, tra gli altri fattori. I pescatori sono stati attratti dall'SDM come mezzo per adeguarsi alle sfide normative, operative, ambientali, sociali ed economiche. Tali modalità di commercializzazione, tuttavia, potrebbero non essere fattibili o adatte a tutti gli individui, alla pesca o alle comunità. Riconoscendo questo, il caso di studio presenta gli sforzi dei programmi Sea Grant Extension per aiutare piccoli pescatori e comunità in Alaska e California a valutare e prendere decisioni ben informate sull'utilizzo dell'SDM nel loro particolare contesto. Fornisce informazioni utili per consentire ai pescatori di migliorare il prezzo per libbra di vendita e ridurre la vulnerabilità alla variabilità del mercato e ai prezzi.

Caso di studio 6: relazione Zheng et al. sul commercio equo e solidale: certificazione di una pesca con lenze a mano di tonno albacora in Indonesia. Fair Trade USA è un'organizzazione senza scopo di lucro fondata nel 1998 per aiutare i piccoli attori a raggiungere migliori condizioni commerciali e migliori standard sociali e ambientali. L'organizzazione ha raggiunto quasi un milione di produttori in tutto il mondo e ha consegnato 551 milioni di dollari in utili aggiuntivi a agricoltori, lavoratori e pescatori. Questo caso di studio presenta una panoramica del Capture Fisheries Standard del commercio equo e solidale, con i suoi obiettivi fondamentali di responsabilizzazione dei pescatori e dei lavoratori, sviluppo economico delle comunità, responsabilità sociale e gestione ambientale. Essa esamina poi il processo di certificazione della pesca con lenze a mano del tonno albacora in Indonesia e illustra in che modo il commercio equo e solidale cerca di consentire una maggiore equità nelle catene di valore e garantire che i vantaggi del commercio e dell'esportazione siano ripartiti tra produttori e trasformatori. Lo studio fornisce un ottimo esempio di un progetto orientato al mercato per lo sviluppo di catene del valore socialmente, economicamente ed ecologicamente sostenibili.

Caso di studio 7: Kasprzyk et al. presenta la pesca del granchio di fango del Madagascar: Come i pescatori possono guadagnare di più mentre catturano meno***. Il granchio di fango di mangrovia è la terza esportazione di frutti di mare più preziosa del Madagascar, con circa 30 000 piccoli pescatori che fanno affidamento su di esso per il reddito. Dalla fine degli anni 2000, lo sforzo di pesca del granchio di mangrovia è aumentato in modo significativo a causa dell'elevata domanda internazionale, portando ad un eccessivo sfruttamento. Inoltre, le perdite post-raccolta lungo la catena del valore dovute alla scarsa movimentazione, trasporto e stoccaggio hanno ulteriormente ridotto i guadagni e la sicurezza alimentare delle comunità costiere che dipendono dalla pesca del granchio fango. Questo caso di studio presenta il lavoro intrapreso attraverso il programma SmartFish, in collaborazione con il governo del Madagascar e le ONG locali, per valutare e sviluppare metodi per ridurre lo sfruttamento eccessivo del granchio di fango di mangrovia e aumentare i benefici per i pescatori e gli attori della catena del valore. Fornisce un eccellente esempio di come i cambiamenti pratici e a basso costo nel comportamento, nella logistica e nelle tecniche possano ridurre le perdite post-raccolta, aiutando i pescatori a guadagnare di più mentre catturano meno.

Caso di studio 8: Edwards et al. descrivono lo sviluppo della pesca guidato dallo Stato: consentire l'accesso alle risorse e ai mercati nella pesca del tonno con lenze a canna e lenze delle Maldive. Il settore della pesca è una pietra miliare dell'economia delle Maldive e contribuisce in modo significativo all'occupazione nazionale, ai cambi e alla sicurezza alimentare. La pesca del tonno con canna e linea Skipjack è la più antica e più grande pesca del paese. Questo caso di studio esamina il ruolo del governo delle Maldive nello sviluppo di una pesca ben gestita e sostenibile in grado di competere sul mercato mondiale del tonno: assicurando ai propri cittadini l'accesso preferenziale alle risorse del tonno con lo skipjack e adeguando il settore del tonno del paese alle condizioni di mercato globali. Lo studio individua le azioni che possono essere emulate dai governi le cui attività di pesca sono influenzate dalle richieste del mercato globalizzato, fornendo così un altro esempio di SDG Target 14.b — «Fornire accesso ai piccoli pescatori artigianali alle risorse e ai mercati marini» — in azione a livello nazionale.

Caso di studio 9: Ford et al. riesame Progetti di miglioramento della pesca: Nel contesto delle catene di valore della pesca su piccola scala, delle operazioni post-raccolta e del commercio. Migliorare la sostenibilità ambientale della produzione di pesce su larga scala utilizzando approcci basati sul mercato è stato al centro del movimento ittico sostenibile sin dagli anni '90. Uno dei risultati di questi sforzi è stato lo sviluppo di progetti di miglioramento della pesca (FIP), che sono partenariati multistakeholder volti a incoraggiare gli attori della catena del valore a migliorare la sostenibilità della pesca. Questo caso di studio fornisce una panoramica dei FIP e del loro ruolo nel soddisfare la domanda di prodotti ittici sostenibili e ne considera l'applicazione alla pesca su piccola scala. Essa analizza quindi i punti di forza e di debolezza dei PIP nel contesto degli orientamenti sull'FSE.

*Fonte: Zelasney, J., Ford, A., Westlund, L., Ward, A. e Riego Peñarubia, O. eds. 2020. Garantire una pesca sostenibile su piccola scala: presentazione delle pratiche applicate nelle catene del valore, nelle operazioni post-raccolta e nel commercio. Documento tecnico della FAO per la pesca e l'acquacoltura n. 652. Roma, FAO. https://doi.org/10.4060/ca8402en *


Food and Agriculture Organization of the United Nations

http://www.fao.org/
Loading...

Rimani aggiornato sulle ultime tecnologie Aquaponic

Azienda

  • Il nostro team
  • Comunità
  • Stampa
  • Blog
  • Programma referral
  • Informativa sulla privacy
  • Termini di servizio

Copyright © 2019 Aquaponics AI. Tutti i diritti riservati.