common:navbar-cta
Scarica l'appBlogCaratteristichePrezziSupportoAccedi
EnglishEspañolعربىFrançaisPortuguêsItalianoहिन्दीKiswahili中文русский

Il concetto di utilizzo degli escrementi di pesce per fertilizzare le piante esiste da millenni, con le prime civiltà in Asia e Sud America che utilizzano questo metodo. Gli esempi più noti sono le «isole stazionarie» o azteche chinampas istituite in laghi poco profondi dell'America centrale (1150—1350 a.C.), e il sistema di acquacoltura del riso introdotto in Asia circa 1500 anni fa, e ancora utilizzato oggi. Sia il sistema di acquacoltura del riso che le chinampas sono stati elencati dalla FAO come Global Important Agricultural Heritage Systems (Koohafkan & Altieri 2018).

In Europa, le prime RAS risalgono alla fine degli anni '70 (Bohl 1977). Allo stesso tempo Naegel (1977) aveva già testato l'integrazione di idroponica con i cicli di acqua e nutrienti del RAS. L'acquaponica contemporanea negli Stati Uniti è iniziata con la ricerca pionieristica di Todd, come indicato in Love et al. (2014), insieme agli studi di Goldman et al. 1974 e Ryther et al. 1975 del riutilizzo delle sostanze nutritive provenienti dalle acque reflue per la produzione vegetale e animale. Prima dei progressi tecnologici degli anni '80, la maggior parte dei tentativi di integrazione dell'idroponica e dell'acquacoltura ha avuto un successo limitato. Gli anni '80 e '90 hanno visto progressi nella progettazione dei sistemi, nella biofiltrazione e nell'identificazione dei rapporti ottimali tra pesci e piante che hanno portato alla creazione di sistemi chiusi che consentono il riciclo dell'acqua e dell'accumulo di nutrienti per la crescita delle piante. I pionieri dell'acquaponica che hanno ispirato molti seguaci sono stati:

  • Il dott. Mark McMurtry (McMurtry et al. 1990) ha iniziato a lavorare su acquaponica quando era alla North Carolina State University tra la metà degli anni ottanta e l'inizio degli anni novanta. Ha chiamato il metodo «Integrated AquaVEGECulture System» (IAVS). Gli attuali sistemi di inondazione e scarico, favoriti dai professionisti del cortile, derivano da questo modello.

  • Il dott. James Rakocy ha progettato quello che è forse il progetto più copiato, L'Università delle Isole Vergini (UVI) Aquaponic system nel 1980 (Rakocy et al. 2003; Rakocy et al. 2004). Ha sviluppato rapporti e calcoli vitali al fine di massimizzare la produzione sia di pesce che di verdure mantenendo un ecosistema equilibrato.

  • In Australia, il dott. Wilson Lennard ha anche prodotto calcoli chiave e piani di produzione per altri tipi di sistemi (Lennard & Leonard 2004; Lennard & Leonard 2006).

  • In Canada, il dott. Nick Savidov (Savidov & Brooks 2004) ha dimostrato che, quando sono stati raggiunti alcuni livelli fondamentali di nutrienti, i sistemi acquaponici avevano produzione superiore di pomodori e cetrioli rispetto ai sistemi idroponici.

Queste scoperte di ricerca, così come molte altre, hanno spianato la strada a vari gruppi di professionisti e aziende che stanno cominciando a germogliare in tutto il mondo. Tuttavia, la ricerca acquaponica è davvero decollata solo dopo il 2010 (cfr. il numero comparativo di pubblicazioni scientifiche sull'idroponica, l'acquacoltura e l'acquaponica nella Figura 10). C'è, tuttavia, una grande differenza tra ciò di cui il mondo sta 'parlando' e ciò che è attualmente oggetto di ricerca. Junge et al. (2017) ha coniato il termine «hype ratio» come indicatore della popolarità di un soggetto nei media pubblici rispetto al mondo accademico. Viene calcolato come risultati di ricerca in Google diviso per risultati di ricerca in Google Scholar. L'acquaponica ha un «rapporto hype» di oltre 1000, che è significativamente superiore, ad esempio, all'idroponica (oltre 100) e all'acquacoltura (circa 20). A questo proposito, l'acquaponica può essere definita «una tecnologia emergente» e un tema scientifico emergente.

! image-20210210142153677

Figura 10: Numero di articoli pubblicati su idroponica\ *, acquacoltura\ * e acquaponica\ *‡ dal 1978 al 2015 (dati raccolti dalla banca dati Scopus il 17 settembre 2016). ‡ Si prega di notare che la scala per l'acquaponica\ * è inferiore di due ordini di grandezza rispetto all'idroponica\ * o all'acquacoltura\ * (da Junge et al. 2017.

*Copyright © Partner del progetto Aqu @teach. Aqu @teach è un partenariato strategico Erasmus+ per l'istruzione superiore (2017-2020) guidato dall'Università di Greenwich, in collaborazione con l'Università di Scienze Applicate di Zurigo (Svizzera), l'Università Tecnica di Madrid (Spagna), l'Università di Lubiana e il Centro Biotecnico Naklo (Slovenia) . *

Consultare il sommario per ulteriori argomenti.


[email protected]

https://aquateach.wordpress.com/
Loading...

Rimani aggiornato sulle ultime tecnologie Aquaponic

Azienda

  • Il nostro team
  • Comunità
  • Stampa
  • Blog
  • Programma referral
  • Informativa sulla privacy
  • Termini di servizio

Copyright © 2019 Aquaponics AI. Tutti i diritti riservati.