common:navbar-cta
Scarica l'appBlogCaratteristichePrezziSupportoAccedi

8.4 Parassiti comuni

a year ago

6 min read
EnglishEspañolعربىFrançaisPortuguêsItalianoहिन्दीKiswahili中文русский

Mites: Gli acari sono un parassita molto comune, che colpisce centinaia di piante. Questi piccoli artropodi sono molto piccoli, spesso misurano meno di 1 mm di lunghezza e hanno bocche succhianti. I danni alle piante da acari includono punteggiatura marrone sulle foglie, margini fogliari rovesciati, crescita delle piante stentata e fettuccia tra strutture vegetali (acari). I sintomi possono imitare quelle delle infezioni virali, in particolare quelle causate dall'acaro largo, quindi l'identificazione deve essere effettuata al microscopio. Gli acari hanno tipicamente un ciclo di vita di 10-14 giorni e prosperano in condizioni buie e umide. Le opzioni di trattamento includono olio di neem e insetti predatori come coleotteri coccinelle, lacewings, insetti pirati, tripidi predatori, acari e insetti dagli occhi grandi. I tipi più comuni includono acari ragni, acari larghi, acari rossi e acari ciclamini.

Aphids: Una nemesi primaria della maggior parte dei giardinieri e delle piante, gli afidi possono essere molto distruttivi per le piante. Gli afidi sono tipicamente a forma di pera con due sporgenze simili alla coda nella parte inferiore dell'addome (Figura 19a). Il ciclo di vita è molto breve, da 10 giorni a tre settimane. La loro capacità di riproduzione li rende un insetto particolarmente difficile da controllare. Gli afidi possono riprodursi sessualmente o asessualmente e possono passare tra i due a seconda dell'ambiente (Van Emden e Harrington 2017). La maggior parte degli afidi sono nati incinta. Le femmine creeranno cloni figlie che producono sia figli maschi che femmine, portando alla riproduzione sessuale e alla fine la deposizione di uova, o afidi femminili creeranno semplicemente cloni di nascita vivi di se stessi senza l'aiuto dei maschi. I cloni femminili possono sopravvivere all'inverno e continuare il ciclo creando più cloni.

Gli afidi si trovano comunemente in ammassi di colonia su nuova crescita, base di gemme, e sul lato inferiore delle foglie. L'alimentazione avviene attraverso parti della bocca che drenano nutrienti essenziali e glucosio dal phloem. Di conseguenza, le foglie di piante infestate da afidi sembrano spesso raggrinzite, scolorite o stentate. Gli afidi espellono una sostanza chiamata melata, un liquido appiccicoso ricco di zucchero che attira le formiche. Le formiche proteggono gli afidi dai predatori.

Fortunatamente, i coleotteri coccinelle (coccinelle) sono predatori afidi naturali. Altre opzioni di trattamento includono l'evitare alti livelli di azoto, la rimozione fisica degli afidi con un forte spruzzo d'acqua, l'applicazione di una soluzione di acqua saponata alle piante e l'applicazione di olio di neem (Flint 2013).

Caterpillars: I bruchi, lo stadio larvale delle farfalle e delle falene, possono demolire colture frondosi all'interno di una breve finestra (Figura 19b). Le loro voraci abitudini alimentari li rendono uno dei parassiti agricoli più significativi. Gli adulti si nutrono di nettare di polline e non sono un pericolo per le piante; tuttavia, se vedete adulti, probabilmente avete anche bruchi. Un bruco provoca danni alle foglie che appaiono come fori o grandi sezioni mancanti.

Frass, o depositi fecali, appaiono come piccoli pellet marrone/nero e sono presenti vicino al tessuto danneggiato.

I parassiti più comuni includono cavoli e vermi cavoli (Figura 19c) su Brassica sp., tagliami (Figura 19d), falene diamondback (Figura 19e), corna (Figura 19f), barbabietola (Figura 19g) e vermi (Figura 19h).

! image-20210515164004774

I trattamenti più comuni includono la rimozione della mano, B. thuringiensis (Bt), insetti assassini e lacewings. L'applicazione chimica non è raccomandata, poiché è spesso più dannosa per gli insetti benefici rispetto ai parassiti bersaglio e porta alla resistenza chimica.

White flies: Le mosche bianche sono insetti succhiatori di linfa che sono parassiti significativi in un'ampia varietà di colture orticole (Figura 19i).

Ci sono tre specie primarie di mosca bianca che hanno un impatto sulle colture orticole negli Stati Uniti: la patata dolce, la serra e la mosca bianca striata (Natwick et al. 2016). Gli adulti di queste specie sono piccoli (1,52 mm) con corpi gialli e ali ricoperti da una polvere cerosa bianca. La maggior parte delle fasi di vita si trovano sul lato inferiore delle foglie, dove gli adulti e le ninfe si nutrono. Colture comunemente colpite includono fagioli, broccoli, cavoli, cavolfiori, cetrioli, melanzane, melone, peperoni, zucca, pomodoro e anguria.

Le piante con forti livelli di infestazione possono apparire stentate, avere ingiallimento o argentatura delle foglie e avere defogliazione con conseguente resa ridotta. La melata, escreta durante l'alimentazione dai bianchi, può ridurre la qualità e la commerciabilità delle colture orticole. Forse il maggior danno causato dai bianchi è il loro ruolo di vettore per più di 100 virus vegetali diversi.

I nemici naturali possono essere efficaci nel ridurre o controllare i livelli di parassiti nelle serre. Controlli biologici comuni sono predatori (lacewings, cimici bigeyed, coleotteri), parassiti (in particolare Encarsia formosa, una vespa parassitaria) e entomopatogeni fungini. Saponi e oli insetticidi possono fornire un certo controllo degli effetti bianchi, ma i composti attivi devono coprire la parte inferiore delle foglie dove gli insetti si nascondono.

! image-20210515164019958

Thrips: I tripidi sono piccoli insetti stretti che sono un parassita comune e persistente delle colture orticole sia in serra che in sistemi esterni (Figura 19j). Tra le centinaia di specie che colpiscono le colture orticole, il tripido di fiori occidentali e il tripido di cipolla sono le più pervasive. I tripidi, come altri insetti citati qui, stanno succhiando insetti che drenano acqua e sostanze nutritive dalle foglie, lasciandoli scoloriti con cicatrici argentee e appassimento dei componenti vegetali.

Tutte le fasi della vita possono essere dannose, poiché le uova sono comunemente deposte all'interno del tessuto vegetale, lasciando una cicatrice. Tipicamente, le fasi di vita larvale e adulto saranno le più dannose a causa del comportamento di alimentazione delle piante e del rischio di trasmettere virus alla pianta. I tripidi completano il loro ciclo di vita in 3-5 settimane.

Tripidi può essere difficile da vedere direttamente sulla pianta, a seconda della specie. Scuotere la foglia su un pezzo di carta bianco può contribuire a renderli più visibili. Le opzioni di trattamento variano a seconda della specie. I controlli biologici includono larve allacciate, insetti pirati e tripidi predatori.

La gestione dell'ambiente culturale e la prevenzione sono fondamentali per prevenire i tripidi. L'uso di trappole appiccicose poste alla base delle piante o l'esame della parte inferiore delle foglie per alimentare le cicatrici sono modi per monitorare la presenza di tripidi. I tripidi possono essere evitati utilizzando adeguati protocolli igienico-sanitari per le attrezzature di coltura, utilizzando solo piantine coltivate internamente, e prevenendo aree erbacee o vegetazione troppo cresciuta vicino alle piante o alla serra.

Le applicazioni chimiche possono essere efficaci nel trattamento dei tripidi, tuttavia la maggior parte dei trattamenti non li uccidono a titolo definitivo e invece impediscono loro di nutrirsi e quindi affamare l'insetto. A causa delle fasi del ciclo di vita esistenti all'interno dell'impianto, potrebbero essere necessarie più applicazioni per eliminarle dal sistema o per controllare un'epidemia.

Una panoramica più completa dei parassiti vegetali può essere trovata all'indirizzo: < https://entomology.ca.uky.edu/ent60 > < http://www.uvm.edu/~entlab/Greenhouse%20IPM/pestsandbiocontrols.html > < https://content.ces.ncsu.edu/insect-and-related-pests-of-vegetables >

  • Fonte: Janelle Hager, Leigh Ann Bright, Josh Dusci, James Tidwell. 2021. Università statale del Kentucky. Manuale di produzione Aquaponics: un manuale pratico per i coltivatori. *

Kentucky State University

https://www.kysu.edu/academics/college-acs/school-of-aas/index.php
Loading...

Rimani aggiornato sulle ultime tecnologie Aquaponic

Azienda

  • Il nostro team
  • Comunità
  • Stampa
  • Blog
  • Programma referral
  • Informativa sulla privacy
  • Termini di servizio

Copyright © 2019 Aquaponics AI. Tutti i diritti riservati.