common:navbar-cta
Scarica l'appBlogCaratteristichePrezziSupportoAccedi

18.8 Conclusioni e prospettive

2 years ago

6 min read
EnglishEspañolعربىFrançaisPortuguêsItalianoहिन्दीKiswahili中文русский

Come discusso in questo capitolo, le valutazioni economiche dei sistemi acquaponici sono tuttora un compito molto complesso e difficile. Sebbene l'acquaponica sia talvolta presentata come un metodo economicamente superiore di produzione alimentare, non vi sono prove per tali affermazioni generalizzate. Fino ad ora non sono disponibili dati affidabili per una valutazione economica completa dell'acquaponica. Ciò è dovuto in parte al fatto che non esiste un «sistema acquaponico», ma esiste una varietà di sistemi diversi che operano in luoghi diversi in condizioni diverse. Ad esempio, fattori quali le condizioni climatiche, che influenzano principalmente il consumo energetico dei sistemi, i livelli salariali, il carico di lavoro necessario per il funzionamento dei sistemi e le condizioni legali, devono essere considerati dal lato dei costi. Dal punto di vista delle entrate, fattori quali la combinazione di piante ittiche scelta con i prezzi specifici del prodotto, la possibilità di gestire i sistemi come produzione biologica, nonché l'accettazione pubblica a lungo termine dei sistemi acquaponici e dei loro prodotti hanno un impatto sulla valutazione economica. Non da ultimo, la valutazione economica dell'acquaponica nel suo senso più stretto dovrebbe essere effettuata rispetto ai sistemi di acquacoltura a ricircolo e ai sistemi idroponici come sistemi autonomi.

L'acquaponica costituisce una grande sfida di comunicazione come un sistema di produzione alimentare piuttosto sconosciuto con alti livelli di innovazione e nella maggior parte dei casi con elevati input tecnologici. Poiché il consumo di cibo nelle società avanzate è sempre più legato a qualche forma di naturalezza, ci si può aspettare grandi sfide nella comunicazione dei sistemi e dei prodotti acquaponici. Le limitate prove disponibili suggeriscono che questa sfida può essere gestita in determinate condizioni quadro, ma ciò richiede tempo elevato, nonché input finanziari e creativi. Va riconosciuto che i prezzi elevati riportati per i prodotti acquaponici comportano solo costi considerevoli per la creazione del marchio. Poiché qualsiasi redditività economica dei sistemi acquaponici dipenderà in modo critico dai prezzi realizzabili, è necessaria una maggiore ricerca per comprendere i diversi fattori determinanti della volontà dei clienti di pagare i prodotti acquaponici.

Le decisioni di localizzazione per l'agricoltura acquaponica sono un fattore determinante della redditività economica in quanto molti fattori di produzione legati alla produzione acquaponica non sono flessibili in termini di spazio. Ciò riguarda in particolare la terra. L'acquaponica come sistema di produzione efficiente sul territorio può contare su questo vantaggio solo nelle regioni che scarseggiano. In termini comparativi, le zone rurali con prezzi dei terreni relativamente bassi non possono pertanto generare incentivi sufficienti a meno che non vi siano altri vantaggi specifici del sito, ad esempio l'approvvigionamento di energia da rifiuti provenienti dagli impianti di biogas. Pur essendo efficiente sul territorio in generale, l'acquaponica in contesti urbani continua a competere per risorse territoriali altamente limitate. Nei mercati funzionali, i terreni sarebbero assegnati a quelle attività con i maggiori profitti per unità di terreno ed è altamente discutibile se l'acquaponica sarà in grado di competere con attività industriali o orientate ai servizi molto efficienti in contesti urbani. Pertanto, l'acquaponica sembra adattarsi solo alle aree urbane che forniscono all'acquaponica un vantaggio competitivo rispetto alle attività potenziali concorrenti.

L'estensione della definizione di acquaponica e l'inclusione dell'agricoltura acquaponica introdotta da Palm et al. (2018) potrebbe allineare l'acquaponica molto più vicino alle analisi tradizionali dell'agricoltura economica. Questa definizione più ampia di acquaponica si riferisce all'acqua di processo utilizzata per la concimazione combinata con l'irrigazione sui campi. Con questa interpretazione più ampia dell'acquaponica, diventa possibile produrre alimenti di base nei sistemi di produzione acquaponica. Poiché la capacità di assorbimento dei nutrienti della superficie agricola potrebbe essere limitata in alcune regioni, questa definizione colloca implicitamente l'acquaponica come concorrente della produzione di suini, carni bovine e pollame. Poiché l'acquacoltura utilizza meno risorse rispetto ai suini, alle carni bovine e al pollame rispetto alla produzione finale, ciò potrebbe diventare un'opzione praticabile.

Nelle tradizionali analisi economiche delle aziende agricole, esiste una forte separazione tecnologica e concettuale tra la produzione animale e quella vegetale. Con una minore interazione tecnologica nell'agricoltura acquaponica rispetto all'acquaponica nei suoi sensi più severi, ci sarà anche una valutazione economica meno complessa, poiché i due sistemi di produzione ittica e vegetale possono essere modellati separatamente. Per collegare i sistemi economicamente occorre determinare i prezzi interni del sistema, ad esempio i prezzi delle sostanze nutritive introdotte dalla produzione ittica ai campi di produzione vegetale.

Un'altra questione riguarda i prezzi ottenuti per i prodotti finali provenienti dall'agricoltura acquaponica. Le prove sui prezzi realizzabili derivanti da sistemi di produzione di questo tipo sono completamente carenti, limitando così finora stime attendibili sulla redditività economica. Con una maggiore separazione tra la produzione ittica e quella vegetale, potrebbe essere possibile utilizzare i prezzi per i prodotti tradizionali dell'acquacoltura e i prezzi convenzionali della produzione vegetale. Ciò presuppone che non vi sia alcun premio di prezzo per l'agricoltura acquaponica. Per verificare se questo è davvero il caso, è necessario implementare esperimenti sui prezzi combinati con diversi strumenti di comunicazione.

Dal punto di vista della comunicazione, c'è la questione della percezione che l'agricoltura acquaponica sia superiore agli approcci agricoli tradizionali. A prima vista, l'allevamento acquaponico potrebbe sembrare l'allevamento convenzionale del bestiame solo utilizzando un diverso tipo di animale. Gli sforzi di comunicazione dovranno concentrarsi sui livelli più elevati di efficienza dell'acquacoltura rispetto ad altri tipi di produzione animale. La pubblicità dei prodotti vegetali provenienti dall'agricoltura acquaponica in quanto superiori ai prodotti della produzione vegetale convenzionale potrebbe essere una sfida e richiede ulteriori analisi approfondite. Tuttavia, un vantaggio per quanto riguarda la comunicazione potrebbe essere il fatto che una maggiore separazione della produzione ittica e vegetale nell'agricoltura acquaponica potrebbe facilitare la certificazione biologica. L'etichettatura biologica dovrebbe rappresentare un ulteriore vantaggio negli sforzi di comunicazione relativi all'acquaponica. (Va notato che nel Regno Unito, almeno, la certificazione biologica è legata alla coltivazione di prodotti nel suolo e quindi potrebbe essere necessario identificare un tipo diverso e speciale di certificazione. Per ulteriori informazioni sulla questione dell'acquaponica e della certificazione biologica, cfr. cap. 19).

Infine, è importante notare che le aziende acquaponiche europee intervistate, anche quelle che hanno abbandonato la loro agricoltura acquaponica commerciale, rimangono fiduciose per il futuro dell'acquaponica. Hanno optato per l'acquaponica a causa del suo potenziale di sostenibilità e lo vedono ancora. Essi, tuttavia, riconoscono che l'adozione dell'acquaponica è un processo graduale e a lungo termine, che non può essere semplicemente ripetuto in luoghi diversi, ma dovrebbe essere adattato all'ambiente locale. In quanto tale, l'acquaponica rimane una delle tecnologie potenzialmente sostenibili del futuro, una che non può (ancora) essere in grado di competere correttamente sul mercato con i suoi concorrenti, ma che continuerà ad avere bisogno di più sostegno pubblico e la cui adozione è determinata non solo dalla sua attività commerciale vantaggi, ma molto di più sulla determinazione pubblica e buona volontà. Come indicato nel cap. 16 di questa pubblicazione, ponendo la domanda «in quali circostanze l'acquaponica può superare i tradizionali metodi di produzione alimentare su larga scala?» non equivale a chiedere «in che misura l'acquaponica può soddisfare le esigenze di sostenibilità e sicurezza alimentare della nostra epoca».


Aquaponics Food Production Systems

Loading...

Rimani aggiornato sulle ultime tecnologie Aquaponic

Azienda

  • Il nostro team
  • Comunità
  • Stampa
  • Blog
  • Programma referral
  • Informativa sulla privacy
  • Termini di servizio

Copyright © 2019 Aquaponics AI. Tutti i diritti riservati.