common:navbar-cta
Scarica l'appBlogCaratteristichePrezziSupportoAccedi
EnglishEspañolعربىFrançaisPortuguêsItalianoहिन्दीKiswahili中文русский

Le imprese sociali, distinte dalle tradizionali imprese private o aziendali, mirano a fornire prodotti e servizi che soddisfino i bisogni umani di base. Per un'impresa sociale, la motivazione primaria non è massimizzare il profitto, ma costruire capitale sociale; la crescita economica è quindi solo una parte di un mandato molto più ampio che comprende servizi sociali come la riabilitazione, l'istruzione e la formazione, nonché la tutela dell'ambiente. C'è un crescente interesse per l'acquaponica tra le imprese sociali, perché rappresenta uno strumento efficace per aiutarle a svolgere il loro mandato. Ad esempio, l'acquaponica può integrare strategie di sussistenza per garantire cibo e piccoli redditi per le famiglie senza terra e povere. La produzione nazionale di cibo, l'accesso ai mercati e l'acquisizione di competenze sono strumenti inestimabili per garantire l'empowerment e l'emancipazione delle donne nei paesi in via di sviluppo, e l'acquaponica può fornire le basi per una crescita socioeconomica equa e sostenibile.

La crescente familiarità con l'acquaponica ha visto la creazione di una varietà di iniziative sociali in tutto il mondo. Negli Stati Uniti un certo numero di imprese sociali hanno iniziato a utilizzare l'acquaponica come parte di un crescente movimento sociale incentrato sull'utilizzo dell'agricoltura urbana per aumentare la sicurezza alimentare e la coesione comunitaria. Uno dei primi è stato Growing Power, che è stata fondata da Will Allen nel 1995 con l'obiettivo di utilizzare l'agricoltura urbana come veicolo per migliorare la sicurezza alimentare nel centro di Milwaukee e per il rafforzamento a lungo termine dei suoi quartieri, e di offrire ai giovani del centro città l'opportunità di acquisire competenze di vita grazie a coltivare e commercializzare prodotti biologici. Growing Power ha fornito strutture o terreni, guida nella coltivazione alimentare e manutenzione complessiva del progetto, e il prodotto è stato donato a programmi di pasti e fornitori di alimenti di emergenza, o venduto dai giovani nei negozi agricoli locali e nei mercati degli agricoltori, con la condizione che un quarto del ricavato sia restituito alla comunità locale.

Nel 2010 Will Allen è stato riconosciuto da Time Magazine come una delle 100 persone più influenti al mondo, e mentre Growing Power è crollato nel 2017 sotto il crescente debito, l'eredità dell'impresa continua sotto forma di altre iniziative sociali che sono state ispirate per avviare iniziative simili. Una di queste iniziative che riconosce l'influenza di Will Allen è la Rid-All Green Partnership di Cleveland, Ohio, la cui missione è educare la prossima generazione a non solo imparare a coltivare e mangiare cibi freschi, ma anche a operare e far crescere le proprie attività nell'industria alimentare, che vanno dalla vendita di prodotti freschi e pesce ai distributori di alimenti, alla trasformazione completa e al confezionamento di prodotti alimentari freschi.

Il movimento agricolo urbano negli Stati Uniti è stato alimentato dal programma di sovvenzione competitivo del Dipartimento dell'Agricoltura degli Stati Uniti (USDA) Community Food Project (CFP), istituito nel 1996 con l'obiettivo di combattere l'insicurezza alimentare attraverso lo sviluppo di progetti alimentari comunitari che promuovono l'auto- sufficienza delle comunità a basso reddito. Dal 1996 questo programma ha assegnato circa 90 milioni di dollari in sovvenzioni. Un'impresa sociale che ha beneficiato di questo regime è Planting Justice che ha costruito un sistema acquaponico su un terreno vacante a East Oakland, California, gestito da ex detenuti. Sono stati creati dodici posti di lavoro salariali viventi, 2268 chili di prodotti gratuiti sono stati dati alla comunità, e il progetto ha rimesso 500.000 dollari in salari e 200.000 dollari in benefici nel vicinato (New Entry Sustainable Farming Project 2018).

Trifecta Ecosystems (ex Fresh Farm Aquaponics) di Meriden, Connecticut, mira ad affrontare la sicurezza alimentare urbana creando incentivi per le comunità a coltivare il proprio cibo e sensibilizzando al contempo l'agricoltura sostenibile attraverso l'istruzione, i workshop e i progetti urbani. L'impresa impiega sei dipendenti che forniscono sistemi acquaponici alle organizzazioni per scopi educativi, sviluppo della forza lavoro, giardinaggio terapeutico e produzione alimentare di alta qualità. I sistemi acquaponici spaziano da impianti di produzione su scala commerciale a piccole unità didattiche da utilizzare nelle aule. Nel 2018 la South Central Regional Water Authority ha assegnato una sovvenzione di $500.000 per facilitare la creazione di una serie di sistemi acquaponici per l'agricoltura controllata, una piattaforma tecnologica per l'agricoltura urbana e programmi di formazione della forza lavoro volti a migliorare la sicurezza alimentare.

L'impresa sociale SchoolGrown è stata fondata nel 2014 da appassionati di acquaponica che ritenevano che i bambini non ricevessero abbastanza esperienze pratiche per coltivare cibo e imparare a conoscere la loro connessione con il mondo su di loro. Situata accanto all'operazione acquaponica commerciale presso Ouroboros Farms, California, la 'aula' aquaponica è gestita da volontari e utilizzata per fornire formazione. Il loro obiettivo principale, tuttavia, è quello di diffondere i sistemi acquaponici alle scuole e alle comunità degli Stati Uniti al fine di insegnare pratiche agricole sostenibili, gestione ambientale e conservazione delle risorse, e allo stesso tempo produrre cibo fresco e locale, costruendo così una connessione più profonda tra le comunità e il cibo che mangiano. La LEAF (Living Ecosystem Aquaponic Facility) è una serra di 167 metri quadrati con un sistema acquaponico ad energia solare appositamente progettato per questo scopo. Con un costo di 75.000 dollari, che include gli stipendi per due dipendenti part-time responsabili della manutenzione del sistema e della raccolta, le serre sono finanziate da una combinazione di sistema di scatole di verdure Community Supported Agriculture (CSA), sponsorizzazione della comunità locale o delle imprese e crowdfunding. Ogni LEAF è destinato ad essere finanziariamente autosostenuta attraverso la generazione di entrate provenienti dai prodotti.

Gli esempi sopra illustrano alcuni dei diversi modelli di business adottati dalle imprese sociali acquaponica. Resta da vedere se continueranno a prosperare e a crescere o, come il Potere Crescente, alla fine falliranno. Un'analisi approfondita di due imprese sociali acquaponica condotta nel 2012-13 ha rivelato quattro fattori distinti quali erano significativi per la loro sopravvivenza (Laidlaw & Magee 2016). Sweet Water Organics (SWO) è nata come una fattoria acquaponica urbana in un grande edificio industriale del centro città in disuso a Milwaukee nel 2008. È stato finanziato principalmente dai suoi fondatori per sviluppare capacità creative, opportunità di lavoro e cibo privo di sostanze chimiche, fresco e conveniente per la comunità locale. Nel 2010 una nuova organizzazione, Sweet Water Farms (SWF), è stata divisa dalla SWO, con l'idea che sarebbero cresciute come organizzazione ibrida coesa e solidale, comprendente sia una fattoria urbana commerciale a scopo di lucro (SWO), sia una «accademia» senza scopo di lucro (SWF). SWF ha gestito le operazioni di volontariato e ha ospitato programmi di formazione e formazione presso la fattoria urbana Sweet Water, sviluppando programmi su scala locale (Milwaukee e Chicago), regionale, nazionale e internazionale. Sweet Water ha avuto un seguito fedele tra i ristoratori locali e negozi di alimentari freschi per i suoi prodotti di lattuga e germogli, e ha venduto il suo pesce a un solo grossista. Tuttavia, il modello ibrido no-for-profit enterprise si è rivelato impegnativo, dato che entrambe le parti dell'organizzazione hanno lottato per identificare il loro ruolo rispetto all'altra. Mentre ogni parte aveva una struttura diversa in relazione al loro carattere operativo, e sebbene le loro operazioni si sovrappongano spesso, la loro pianificazione strategica e le loro visioni a volte non lo facevano. Dopo tre anni di attività, la SWO non era ancora riuscita a realizzare un profitto, e nel 2011 il governo municipale di Milwaukee ha concesso un prestito di 250.000 dollari a condizione che 45 posti di lavoro sarebbero stati creati entro il 2014. Nell'ottobre 2012, la SWO aveva 11-13 dipendenti permanenti, ma continuava ad essere sostenuta attraverso finanziamenti di prestiti e investimenti azionari. A giugno 2013, mentre i rimborsi dei prestiti sono scesi e gli obiettivi di creazione di posti di lavoro non sono stati raggiunti, il braccio a scopo di lucro di Sweet Water è entrato in liquidazione e SWF ha assunto il ruolo di principale operatore della fattoria urbana Sweet Water. Attualmente, SWF opera interamente come impresa educativa e di consulenza gestita da volontari e da una piccola squadra di dipendenti part-time e non fornisce più prodotti ai ristoranti (Laidlaw & Magee 2016).

Il Centre for Education and Research (CERES) di Melbourne, Australia, ha aperto la sua struttura acquaponica nel 2010. Il sistema è stato concepito come un sistema commerciale sub-ottimizzato con la capacità produttiva di sostenere un unico salario per l'agricoltore che lo mantiene. Il loro salario varia in base a quanto produce, con le verdure vendute tramite il servizio di consegna di scatole biologiche CERES Fair Food. L'entità dell'operazione non genera un rendimento che consenta la creazione di un impianto di trasformazione del pesce (Laidlaw & Magee 2016).

Le parti interessate di Sweet Water Farms e CERES hanno identificato che il fattore «p** rincipale alla base della loro sopravvivenza è stato il costante impegno, sotto forma di supporto continuo del personale con competenze tecniche e di gestione aziendale unite a una leadership duratura, e la volontà degli stakeholder di rimanere coinvolti e disposti a cooperare senza forti incentivi finanziari. Il secondo fattore è stato il contesto politico locale. Mentre la città di Milwaukee sosteneva Sweet Water sia attraverso iniziative politiche che aiuti finanziari diretti, che le permettevano di espandere le proprie immobilizzazioni e risorse umane, di sensibilizzare il mercato e di acquisire una solida base di clienti commerciali regolari, il progetto CERES aveva poco sostegno, oltre ad un primo sovvenzione, e aveva lottato per generare entrate che gli avrebbero permesso di espandersi. I costi di conformità e licenza hanno anche reso difficile impegnarsi con i mercati locali in più di un modo simbolico, il che ha smorzato la sua motivazione a commercializzare e vendere i prodotti, e ha reso insostenibile per l'operazione a svilupparsi oltre una piccola impresa part-time generatrice di reddito. Il terzo fattore è stato la disponibilità di mercati per i prodotti acquaponici urbani. Mentre l'acquaponica urbana è attraente per una base di clienti che è sempre più sensibile a questioni di sicurezza alimentare e consumo etico, come a Milwaukee, questo non è stato il caso a Melbourne. Il fattore finale è stato la diversificazione. Sia CERES che SWO/SWF hanno beneficiato della traduzione della sperimentazione sociale e tecnica in una serie di servizi formativi ed educativi. SWO/SWF, essendo una preoccupazione più grande, aveva ovviamente una maggiore capacità di sviluppare questi servizi, e questi si sono rivelati essenziali per sostenere l'impresa sociale quando i piani commerciali non si sono concretizzati. La redditività delle imprese sociali acquaponiche dipende quindi non solo dall'impegno degli stakeholder, da un'analisi approfondita del mercato, da chiare strutture di governance e da un solido piano aziendale, ma anche da fattori esterni, come il contesto politico locale e le normative (Laidlaw & Magee 2016).

*Copyright © Partner del progetto Aqu @teach. Aqu @teach è un partenariato strategico Erasmus+ per l'istruzione superiore (2017-2020) guidato dall'Università di Greenwich, in collaborazione con l'Università di Scienze Applicate di Zurigo (Svizzera), l'Università Tecnica di Madrid (Spagna), l'Università di Lubiana e il Centro Biotecnico Naklo (Slovenia) . *

Consultare il sommario per ulteriori argomenti.


[email protected]

https://aquateach.wordpress.com/
Loading...

Rimani aggiornato sulle ultime tecnologie Aquaponic

Azienda

  • Il nostro team
  • Comunità
  • Stampa
  • Blog
  • Programma referral
  • Informativa sulla privacy
  • Termini di servizio

Copyright © 2019 Aquaponics AI. Tutti i diritti riservati.