Aquaponics System Designer è appena stato rilasciato! Inizia subito a progettare.
Scarica l'appBlogCaratteristichePrezziSupportoAccedi
EnglishEspañolعربىFrançaisPortuguêsItalianoहिन्दीKiswahili中文русский

Il capitolo 7 degli orientamenti sugli SSF è dedicato alle catene del valore, alle operazioni post-raccolta e al commercio. In particolare, riconosce i diritti dei pescatori e dei pescatori, agendo sia individualmente che collettivamente, di migliorare i loro mezzi di sussistenza attraverso il commercio a livello globale, regionale e nazionale, e potenziando le catene del valore e le operazioni post-raccolta.

Le raccomandazioni contenute nel capitolo 7 comprendono lo sviluppo della capacità dei piccoli pescatori, il rafforzamento delle organizzazioni e l'attribuzione di potere alle donne, la riduzione delle perdite post-raccolta e l'aggiunta di valore alla produzione di pesca su piccola scala e l'agevolazione del commercio sostenibile e dell'equo accesso al mercato. Le seguenti sottosezioni presentano le principali sfide che i piccoli pescatori e i pescatori devono affrontare per ottenere l'accesso al mercato e migliorare le catene del valore e le operazioni post-raccolta, ed evidenziano le potenziali soluzioni basate sulle raccomandazioni contenute negli orientamenti sugli SSF.

Il piccolo settore della pesca post-raccolta e i suoi attori svolgono un ruolo centrale nella catena del valore, ma non sempre sono inclusi nei processi decisionali pertinenti. In particolare, le donne sono spesso escluse da tali processi nonostante il loro considerevole contributo al settore post-raccolto. La partecipazione dei piccoli pescatori ai processi decisionali è spesso ostacolata dalla limitata capacità organizzativa e dalla disuguaglianza di accesso ai beni utilizzabili, alla tecnologia, alla finanza, all'istruzione e ai servizi.

È necessario uno sviluppo sensibile al genere delle piccole e medie imprese, delle cooperative e di altre forme di organizzazione sociale, nonché un adeguato sviluppo delle infrastrutture e delle capacità in tutte le fasi della catena del valore. Ciò può migliorare sia l'accesso ai mercati che la partecipazione ai processi decisionali pertinenti, contribuendo in tal modo a un'equa distribuzione dei benefici, migliori mezzi di sussistenza e sicurezza alimentare.

Le perdite di pesce post-raccolta si verificano nelle catene del valore in tutto il mondo. Queste perdite non solo comportano perdite di reddito per pescatori, trasformatori e commercianti, ma contribuiscono anche all'insicurezza alimentare riducendo la quantità di pesce disponibile per il consumatore. È difficile ottenere valutazioni accurate delle perdite post-raccolta nelle attività di pesca su piccola scala, in quanto gran parte delle catture non è registrata e il commercio è spesso informale. Ciononostante, la FAO ha stimato che il 10 per cento delle catture mondiali di pesce (equivalente in peso vivo) sia persa a causa della scarsa manipolazione, lavorazione, stoccaggio e distribuzione. La perdita di qualità degli alimenti, a causa della scarsa manipolazione, è la forma più diffusa di perdita nella pesca su piccola scala (FAO, 2011).

Le pratiche sostenibili lungo la catena del valore possono contribuire a evitare perdite e sprechi combinando metodi tradizionali ed efficienti in termini di costi con innovazione e nuove tecnologie. Se del caso, è opportuno promuovere l'aggiunta di valore, insieme a robusti sistemi di gestione della pesca, per migliorare i mezzi di sussistenza e prevenire il sovrasfruttamento. Le tecniche di aggiunta di valore possono comportare, tra l'altro, un aumento del reddito e una diversificazione della gamma di prodotti disponibili. L'aggiunta di valore non solo consente una maggiore pianificazione finanziaria e sicurezza, ma riduce anche gli impatti negativi sugli ecosistemi marini. Per raggiungere questo obiettivo, i piccoli operatori della pesca hanno bisogno di accedere ai servizi finanziari, compresi il credito e la microfinanza, i servizi di risparmio e i servizi di pagamento e rimessa.

Il commercio dei prodotti della pesca può avere un effetto positivo sulla sicurezza alimentare, sia grazie alla maggiore disponibilità di pesce per il consumo umano che al reddito più elevato generato per i pescatori e i pescatori. Tuttavia, il commercio sostenibile è condizionato all'esistenza di pratiche sostenibili per la gestione delle risorse e della sicurezza alimentare (FAO, 2005). Se la domanda di esportazione è lasciata a dominare i flussi commerciali provenienti da una pesca, ciò può compromettere sia la sicurezza alimentare locale che la sostenibilità della risorsa.

I mercati, nazionali, regionali o globali, presentano particolari opportunità e sfide per la pesca su piccola scala. Le opportunità includono la possibilità di guadagnare un valore per unità più elevato e la possibilità di interagire con attori che possono facilitare l'accesso alle risorse finanziarie, lo sviluppo delle capacità e la formazione nell'ambito dei loro investimenti nella catena del valore. Quadri normativi complessi disciplinano le catene del valore della pesca. L'ampia varietà di politiche commerciali attuate dai paesi, comprese le tariffe, le sovvenzioni e le misure non tariffarie, può avere un'influenza significativa sulla produzione e sul commercio della pesca, in particolare per quanto riguarda l'accesso al mercato. Rispettare questi regolamenti e norme può essere difficile, soprattutto se si considerano i vincoli di capacità e conoscenza dei piccoli operatori della pesca nei paesi in via di sviluppo. Inoltre, spesso esistono rapporti di potere disuguali tra diversi attori lungo la catena del valore, lasciando alcuni vulnerabili a contratti svantaggiosi e a condizioni e pratiche sleali. La formazione e lo sviluppo delle capacità di individui e organizzazioni in materia di funzioni di mercato, alfabetizzazione e numerazione dovrebbero essere offerte per facilitare e preparare meglio i piccoli attori della pesca a impegnarsi e competere nei mercati formali.

*Fonte: Zelasney, J., Ford, A., Westlund, L., Ward, A. e Riego Peñarubia, O. eds. 2020. Garantire una pesca sostenibile su piccola scala: presentazione delle pratiche applicate nelle catene del valore, nelle operazioni post-raccolta e nel commercio. Documento tecnico della FAO per la pesca e l'acquacoltura n. 652. Roma, FAO. https://doi.org/10.4060/ca8402en *


Food and Agriculture Organization of the United Nations

http://www.fao.org/
Loading...

Rimani aggiornato sulle ultime tecnologie Aquaponic

Azienda

  • Il nostro team
  • Comunità
  • Stampa
  • Blog
  • Programma referral
  • Informativa sulla privacy
  • Termini di servizio

Copyright © 2019 Aquaponics AI. Tutti i diritti riservati.