common:navbar-cta
Scarica l'appBlogCaratteristichePrezziSupportoAccedi
EnglishEspañolعربىFrançaisPortuguêsItalianoहिन्दीKiswahili中文русский

UNESCO-UIS/OCS/EUROSTAT (2017) definisce i programmi di formazione professionale come «progettati per consentire agli studenti di acquisire le conoscenze, le competenze e le competenze specifiche di una particolare professione, commercio o classe di professioni o mestieri. Il completamento di tali programmi porta a qualificazioni professionali rilevanti per il mercato del lavoro, riconosciute come orientate sul lavoro dalle autorità nazionali competenti e/o dal mercato del lavoro» (UNESCO, 2017).

Per educare i futuri agricoltori aquaponici e tecnici aquaponici, la formazione deve includere il funzionamento professionale dell'acquaponica. Pertanto, l'ambiente di formazione deve essere allo stato dell'arte. Tuttavia, l'impostazione non deve essere grande: 30 msup2/sup dovrebbero essere sufficienti (Podgrajsek et al. 2014, Esempi 22.5 e 22.6). Tali sistemi dovrebbero essere pianificati e costruiti da professionisti in quanto richiedono un monitoraggio e un funzionamento complessi.

Gli studenti possono essere coinvolti in: (i) installazione (sotto guida professionale); (ii) manutenzione e funzionamento generali (compresi i controlli quotidiani e la pulizia); (iii) funzionamento del sottosistema idroponico (impianto, raccolta, gestione integrata dei parassiti, controllo climatico, regolazione del pH e dei livelli di nutrienti, ecc.); ( iv) funzionamento del sottosistema acquacoltura (alimentazione dei pesci, determinazione del peso dei pesci, adeguamento dei livelli di pH, ecc.); v) monitoraggio dei parametri (qualità dell'acqua, crescita e salute dei pesci, crescita delle piante e qualità); e vi) operazioni di raccolta e post-raccolta.

L'Unione europea ha investito nello sviluppo dell'istruzione professionale attraverso il programma Leonardo e, più recentemente, ERASMUS+. Questi programmi hanno finanziato diversi progetti che includevano l'implementazione dell'acquaponica, tra cui il Progetto Leonardo da Vinci Transfer of Innovation (Lifelong Learning Programme) «Introducing Aquaponics in IFP: Tools, Teaching Units e Teacher Training» (AQUA-VET) '. Il progetto ha preparato un programma di formazione professionale in acquaponica e i risultati sono disponibili all'indirizzo www.zhaw.ch/iunr/aquavet. Le unità didattiche sono state testate in tre scuole professionali in Italia, Svizzera (Baumann 2014) e Slovenia (Peroci 2016). Nell'ambito di questo progetto è stata costruita un'unità acquaponica presso la scuola professionale del Centro Biotecnico Naklo in Slovenia (esempio 22.5). Un altro esempio è l'unità acquaponica costruita presso il Provincial Technisch Insituut, una scuola di orticoltura in Belgio (esempio 22.6).

Esempio 22.5 Acquaponica presso il Centro Biotecnico Naklo in Slovenia

L'acquaponica (Fig. 22.5a) è stata costruita nel 2013 nell'ambito del progetto Leonardo da Vinci «AQUA-VET» (Krivograd Klemenčič et al. 2013; Podgrajšek et al. 2014). Un modulo didattico acquaponica è stato sviluppato e insegnato a una classe di 30 studenti nel secondo anno del loro programma Tecnico Ambientale (Peroci 2016). L'obiettivo era quello di studiare la possibilità di includere l'acquaponica nel programma regolare di formazione professionale secondaria in scienze biotecniche, e nel curriculum standard delle competenze professionali necessarie per la qualificazione professionale nazionale di un «agricoltore aquaponico». Il corso consisteva in sei lezioni (45 min ciascuna), di cui quattro dedicate alla teoria dell'aquaponica e due alla formazione pratica (Fig. 22,5 b).

Lezione 1 Acquaponica: definizione, introduzione all'acquacoltura e all'idroponica, funzionamento di un'acquaponica.

Lezione 2 Microrganismi: (i) il ruolo dei microrganismi: microrganismi utili, il ciclo dell'azoto e l'importanza dei biofiltri nell'acquaponica; (ii) monitoraggio dei parametri selezionati, piano di monitoraggio, protocolli e valutazione dei risultati.

Lesson 3 Pesce: struttura e funzionamento del corpo ittico, selezione di specie ittiche adatte alla coltivazione in acquaponica, metodi di alimentazione, malattie e lesioni dei pesci e allevamento di pesci.

Lesson 4 Anatomia vegetale, selezione delle specie vegetali adatte alla coltivazione in acquaponica, ruolo delle piante nell'acquaponica, identificazione delle malattie delle piante e strategie di protezione delle piante appropriate.

_Lavoro pratico (2 h) _ Gli studenti hanno lavorato in due gruppi (osservazione, monitoraggio, discussione, presentazione) presso l'unità acquaponica del Centro Biotecnico Naklo.

Le attività di apprendimento hanno riguardato diversi livelli di abilità, fornendo lezioni ben progettate sia per le parti teoriche che per quelle pratiche. La progressione dell'apprendimento è stata valutata mediante diversi questionari (cfr. Sez. 22.7.2).

Esempio 22.6 Acquaponica presso Provincial Technisch Insituut, una scuola di orticoltura in Belgio

Il Provincial Technisch Instituut (PTI) di Kortrijk è stato pioniere dell'acquaponica in aula in Belgio a livello di istruzione professionale. Il progetto è iniziato nel 2008, quando sono stati introdotti acquari nella serra che viene utilizzata per insegnare corsi pratici agli studenti di agronomia e biotecnologia (Fig. 22.6).

Inizialmente, l'acquaponica è stata utilizzata su base ad hoc in diverse classi, ad esempio per insegnare la biologia delle piante e dei pesci, la chimica dell'acqua, ecc., ma è stato solo dopo un paio di anni che l'acquaponica è diventata strutturalmente incorporata in un certo numero di moduli di corso. La sfida principale è stata quella di trovare il tempo per tradurre gli obiettivi di raggiungimento del governo nei moduli del corso di acquaponica. Questa sfida illustra l'importanza di fornire un sostegno sufficiente sia per soddisfare le esigenze del curriculum, sia per affrontare gli ostacoli operativi e organizzativi per nuove iniziative acquaponiche nelle scuole.

Fin dall'inizio, l'acquaponica del PTI ha anche agito come pilota in progetti di ricerca applicata con università (Gand University, KU Lovanio, ULG Gembloux), college universitari (HoWest, HoGent, Odisee), istituti di ricerca (Inagro, PCG) e aziende private (Aqua4c, Agriton, Lambers-Seeghers, Vanraes automazione). In effetti, la scuola è diventata un partner prezioso in molteplici progetti nazionali e internazionali. Gli alunni del PTI sono coinvolti non solo nel lavoro operativo quotidiano, ma anche nella raccolta di dati per esperimenti coordinati dai ricercatori accademici. Questa collaborazione crea un'opportunità unica per gli studenti di familiarizzare con le attività di università e università e può stimolare gli studenti a progredire verso l'istruzione superiore.

!

*Fig. 22.5 (a) * Acquaponica presso il Centro Biotecnico Naklo in Slovenia. (Foto: Jarni 2014). b) Lavoro pratico presso l'unità acquaponica del Centro biotecnico Naklo. (Foto Peroci 2016)

img src=» https://cdn.aquaponics.ai/thumbnails/6c2a1294-66cf-41e3-8100-a43278368f83.jpg "style="zoom: 50%;»/

Fig. 22.6 Una vista sulla serra del Provincial Technisch Insituut (PTI).

Le vasche di pesce (contenenti Scortum barcoo) si trovano sotto i calanchi di pomodoro irrigati a goccia. Nel mezzo della serra, i gamberi australiani (Cherax quadricarinatus) sono coltivati in una serie di acquari


Aquaponics Food Production Systems

Loading...

Rimani aggiornato sulle ultime tecnologie Aquaponic

Azienda

  • Il nostro team
  • Comunità
  • Stampa
  • Blog
  • Programma referral
  • Informativa sulla privacy
  • Termini di servizio

Copyright © 2019 Aquaponics AI. Tutti i diritti riservati.