common:navbar-cta
Scarica l'appBlogCaratteristichePrezziSupportoAccedi
EnglishEspañolعربىFrançaisPortuguêsItalianoहिन्दीKiswahili中文русский

Recentemente abbiamo fatto un'intervista con uno dei protagonisti di Symbiotic Aquaponic, Reese Hundley. Sono esperti nella progettazione di sistemi e condividono la nostra passione per l'impatto sulle comunità con l'acquaponica. Reese ha una storia ricca da raccontare.

! Reese Hundley

Qual è la tua «Aquaponic Superpower»?

Prendere le materie prime e poi trasformarle in una configurazione che posso fornire a qualcuno e insegnare loro ad aiutare se stessi e ad essere un amministratore della vita. Trovo molto gratificante dare alle persone il potere di sostenere la vita e le loro comunità in modo responsabile dal punto di vista ambientale. Il nostro servizio consente agli individui, alle famiglie e alle comunità di accedere agli alimenti più sani in modo da promuovere una vita sana, collegando le persone alla terra e al loro cibo direttamente. Di conseguenza, le persone si riuniscono per soddisfare le esigenze di oggi, proteggendo al contempo i nostri bisogni in futuro.

Dove ti ispiri per l'agricoltura e il design?

Sono ispirato da Dio nostro creatore che sono stato creato a sua immagine. Il mio interesse e il mio bisogno di un legame intimo con la terra, così come il desiderio di lavorare con la terra per promuovere la vita sono profondamente connessi con il mio scopo e la mia somiglianza al nostro Padre celeste. Trovo che esplorando e imparando di più sugli ecosistemi e sulla bellezza della natura mi ispiri da quanto non so e da quanto posso imparare. Inoltre, mentre lavoro o insegno ad altri a gestire gli ecosistemi, trovo che mi avvicino a Dio e sempre più consapevole di chi è lui e di chi sono destinato ad essere.

Parlaci di un progetto o di un risultato che consideri il più significativo della tua carriera.

Una delle partnership più gratificanti che ho avuto è stata con una non-profit chiamata A New Leaf che impiega adulti con autismo e disabilità dello sviluppo. Qualche anno fa ero direttore del campo estivo e naturalista per un programma di educazione all'aperto durante l'anno scolastico. A quel tempo avevo un sistema acquaponico che usavo per scopi educativi durante l'anno scolastico. Durante il periodo estivo come direttore del campo estivo non avevo molto tempo per mantenere il sistema aquaponico, quindi ho chiesto a A New Leaf di aiutarmi a mantenere il sistema con una piccola squadra di clienti e un coach di lavoro di A New Leaf che cercavano di fare qualche lavoro nella community. operazioni del sistema aquaponico. A quanto pare e' andata cosi' bene che i clienti e il coach di lavoro mi stavano insegnando cose nuove che non sapevo potessero essere possibili con l'acquaponica. Penso che parte di questo sia il risultato di interrogazioni imparziali e clienti che sono molto più sintonizzati con i loro sensi di quanto io sia di solito. Tutto quello che ho fatto è stato incoraggiarli a esplorare e sperimentare con qualsiasi cosa li interessasse e tutti abbiamo scoperto che l'acquaponica può essere particolarmente potente nelle mani di persone che possono vedere il mondo in modo leggermente diverso dalla maggior parte delle persone. Ora escono e aiutano altri operatori aquaponici in diverse aree della comunità, oltre a ospitare e gestire diversi sistemi presso la propria struttura di serra. Infatti alcuni dei clienti con cui abbiamo lavorato originariamente è stato assunto da A New Leaf per aiutare a gestire il sistema aquaponic in loco! Mi hanno fatto saltare la mente ciò che è possibile e continuano ad insegnarmi (e tutta la mia squadra) fino ad oggi circa il potere dell'aquaponica.

! Reese Hundley Talking

Qual è la prima cosa che fai quando arrivi al tuo spazio di crescita?

Cerco di trovare qualcosa di nuovo o qualcosa che è cambiato da quando l'ho visto l'ultima volta. Sono sempre alla ricerca di una nuova scoperta e fortunatamente con la natura cambia sempre.

Sappiamo che lavori molto con l'educazione STEM, quali sono le cose eccitanti che accadono in STEM con Aquaponics?

La facilità di accesso all'informazione e alla comunicazione sembra continuare ad evolversi e trovo entusiasmante che i giovani siano sempre più in grado di accedere a maggiori opportunità per imparare e provare cose nuove. Cerco sempre di insegnare agli studenti che il fallimento è una buona cosa perché offre l'opportunità di risolvere i problemi e penso che gli educatori stiano sempre più sostenendo questa filosofia con gli studenti. Sono fortunato a lavorare sempre più con insegnanti e amministratori in cui l'attenzione sta diventando sempre più sull'insegnare agli studenti come pensare e risolvere i problemi attraverso l'apprendimento basato sul progetto rispetto a come superare un test. Gli studenti stanno cominciando ad essere in grado di incontrarci in questo settore emergente e stare sulle nostre spalle come pionieri per essere catalizzatori di cambiamento positivo e empowerment nel mondo.

Quale sarebbe la tua configurazione aquaponica ideale se il denaro non fosse un'opzione?

Stiamo lavorando per sviluppare un sistema aquaponico completamente automatizzato e fuori dalla rete che spero possa avere la capacità di prosperare ovunque. Mi sembra che spesso le zone rurali e remote abbiano un disperato bisogno di fonti alimentari sane e sostenibili. Sarebbe piuttosto bello prendere questo concetto e usarlo per stabilire capacità di vita confortevole a lungo termine su Marte se la gente avesse mai deciso di voler vivere lì.

Dove vedi i futuri agricoltori (prossima generazione) e il loro ruolo nell'agricoltura rigenerativa e nell'acquaponica?

Vedo e spero che i futuri agricoltori siano in grado di allontanarsi dall'agricoltura industriale e che la produzione alimentare diventi più localizzata e diffusa in quanto vi è una ripresa di quante persone coltivano direttamente il cibo. Spero che l'agricoltura diventi una pratica a cui tutti possano avere accesso. Dove le persone e le comunità, sia urbane che rurali, sono in grado di diventare più connessi con il loro cibo e trasformazione alimentare, abbigliamento o medicina/cucinare insieme diventa più importante nella nostra cultura. Credo che i consumatori stiano diventando più istruiti e apprezzano dove e come si accede al cibo. Il modo migliore per controllare la qualità del cibo, della medicina o di altre risorse è coltivarlo. Più che mai, le persone cercano di diventare più autosufficienti. Credo inoltre che le persone riconoscano sempre più il rapporto tra cibo e salute e considerano il cibo come un approccio proattivo per sostenere uno stile di vita sano. Credo che tutti noi abbiamo un bisogno fisico, mentale e spirituale di essere connessi con la natura e il cibo è un modo naturale per farlo. Incorporando la tecnologia nell'agricoltura sostenibile/rigenerativa saremo in grado di fornire accesso all'agricoltura sostenibile a una popolazione maggiore di persone che desiderano partecipare. L'acquaponica e le pratiche di agricoltura rigenerativa rendono l'azienda molto più facile con meno input. L'agricoltura è un lavoro duro, ma con l'acquaponica e l'agricoltura rigenerativa può essere fatto in modo molto più intelligente ed efficiente man mano che i futuri agricoltori crescono come scienziati e ingegneri imparando dal passato. Possiamo anche aumentare l'accessibilità rendendo i sistemi in crescita personalizzabili per gli utenti e ADA accessibili.

Cosa fai quando non stai crescendo? (al di fuori dell'orario di lavoro) che cosa si centra e ti porta gioia?

Sono un padre e un marito a tempo pieno e mi piace passare del tempo con la mia famiglia in particolare all'aperto. Sono un outdoorsman e spero, invecchiando, di trovare modi per vivere più semplicemente e godere la vita all'aria aperta ancora di più sapendo di più e portando meno.

Qual è il prossimo per te e la tua visione per il futuro?

Sono un educatore e non vedo mai cambiare. Mi piace particolarmente il mentoring e spero di continuare le opportunità di tutoraggio. Penso che professionalmente la mia carriera si muoverà verso lo sviluppo di programmi con partner, consulenza, supporto ai professionisti così come piccoli coltivatori e insegnamento. Mi piace molto sviluppare nuove tecnologie e migliorare il modo in cui gestiamo i sistemi in crescita. Spero di consultare e aiutare la NASA e i partner a superare le sfide associate ai sistemi alimentari sostenibili per stabilire opzioni alimentari sane a lungo termine su Marte, sulla luna e persino capacità di viaggio nello spazio profondo. Spero che attraverso questo processo possiamo trasferire lezioni imparate anche sulla terra per superare la fame e le questioni ambientali. Spero di poter continuare a crescere nelle mie conoscenze e relazioni con gli altri. Sembra che le porte continuino ad aprirsi e la comunità con cui lavoro per «Grow Good» continui ad espandersi. Vedo questo come un segno che sono in linea con il piano di Dio per me e terrò gli occhi e le orecchie su di lui mentre questa avventura continua a svolgersi!


Jonathan Reyes

Loading...

Rimani aggiornato sulle ultime tecnologie Aquaponic

Azienda

  • Il nostro team
  • Comunità
  • Stampa
  • Blog
  • Programma referral
  • Informativa sulla privacy
  • Termini di servizio

Copyright © 2019 Aquaponics AI. Tutti i diritti riservati.